mercoledì 9 agosto 2017

il mercato della morte (le armi)

“la politica in Usa è la sezione intrattenimento dell'apparato militare-industriale”
Frank Zappa

l'Italia vende sempre + armi all'Arabia Saudita che distrugge lo Yemen!!!

Questo mondo è fondato sulla morte degli altri? 
Come si fa a vendere armi di morte? 
Come si fa a fare della morte un lavoro???


ITALIA = PIZZA + PASTA + ARMI !?!?!?!?!

il mandolino l'abbiamo buttato nel cesso!





Le principali aziende belliche europee che vendono armi nelle aree di conflitto da cui fuggono i profughi sono le stesse che stanno traendo profitto dalla crescente militarizzazione delle frontiere dell’Unione europea, grazie alla loro potente lobby che detta la politica alla Commissione europea. Tra queste spicca l’italiana Finmeccanica-Leonardo. Lo rivela il rapporto “Guerre di frontiera. Come i produttori di armamenti traggono profitto dalla tragedia dei rifugiati in Europa”, promosso dalla Ong olandese Stop Wapenhandel e pubblicato dal Transnational Institute.

Il rapporto, diffuso in Italia dalla Rete Italiana per il Disarmo, analizza il fiorente mercato della sicurezza delle frontiere alimentato dalle politiche europee di “contrasto all’immigrazione clandestina”. Stimato in circa 15 miliardi di euro nel 2015, questo mercato si prevede raddoppierà nel giro di pochi anni, superando i 29 miliardi di euro nel 2022. Frontex, l’agenzia europea per il controllo delle frontiere, ha visto accrescere il proprio bilancio del 3.688% tra il 2005 e il 2016, portandolo da 6,3 milioni a 238,7 milioni di euro.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/04/industria-bellica-ong-chi-vende-armi-ai-paesi-in-guerra-guadagna-con-controlli-alle-frontiere-ue-anche-finmeccanica/2880523/


2014:



2012:




ABOMINIO ITALIANO-EUROPEO: 

vendiamo un po' di MORTE (che costa), 

poi ai profughi delle guerre gli alziamo un bel "muro spinato" (che costa)





Nessun commento: