sabato 12 settembre 2015

Leibniz

Il numero immaginario è un bello e meraviglioso espediente dello spirito umano, quasi un anfibio tra l'essere e il non-essere.
L'anima è lo specchio di un universo indistruttibile.
La musica è il piacere che la mente umana prova quando conta senza essere conscia di contare.
Da wiki:
Leibniz fu il primo a far conoscere in Europa l'antico testo cinese, I Ching con la sua pubblicazione del 1697 Novissima sinica (Ultime notizie dalla Cina). Leibniz vide in quel simbolismo (linea spezzata=0; linea unita=1) un perfetto esempio di numerazione binaria come illustrò nel suo saggio del 1705, Spiegazione dell'aritmetica binaria.

Nessun commento: