martedì 21 ottobre 2014

Calvino

La vita d'una persona consiste in un insieme d'avvenimenti di cui l'ultimo potrebbe anche cambiare il senso di tutto l'insieme, non perché conti di più dei precedenti ma perché inclusi in una vita gli avvenimenti si dispongono in un ordine che non è cronologico, ma risponde a un'architettura interna.
Ogni volta che si entra nella piazza ci si trova in mezzo ad un dialogo.

il racconto è un'operazione sulla durata, un incantesimo che agisce sullo scorrere del tempo, contraendolo o dilatandolo.

La fantasia è un posto dove ci piove dentro. (citando Dante, "e piovve dentro all'alta fantasia")

La novella è un cavallo: un mezzo di trasporto, con una sua andata, trotto o galoppo, secondo il percorso che deve compiere, ma le velocità di cui si parla è una velocità mentale.

Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire.
Chiamasi classico un libro che si configura come equivalente dell'universo, al pari degli antichi talismani.

Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto.

Nessun commento: